Un altro passo verso il riconoscimento della Sindrome Fibromialgica

La Commissione Affari Sociali approva una risoluzione per l’inserimento della Fibromialgia nei LEA
Accordo raggiunto in XII Commissione alla Camera su un testo unificato frutto di diverse risoluzioni, presentate da gruppi parlamentari di maggioranza ed opposizione, che impegnano il Governo ad includere la patologia nell’elenco delle malattie croniche di rilevante impatto sociale e sanitario e che devono rientrare nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza).
Scarica e leggi il testo della risoluzione in formato PDF
Grande soddisfazione per le due associazioni AISF ONLUS e CFU Italia, che il 12 ottobre scorso hanno inviato la Richiesta di inserimento nei LEA, il Consensus Document e un PDTA direttamente al Consiglio Superiore di Sanità e presentato la stessa documentazione in udienza in XII Commissione alla Camera (leggi l’articolo a riguardo).
Il documento medico-scientifico di condivisione degli intenti è stato sottoscritto da:
Per le Società Scientifiche:
• SIR (Società Italiana di Reumatologia) – Presidente prof. Mauro Galeazzi
• AISD (Associazione Italiana per lo Studio del Dolore) – Presidente Prof. Stefano Coaccioli
• CReI (Collegio Reumatologi Italiani) – Presidente dr. Stefano Stisi
Per le associazioni di pazienti:
• AISF ONLUS (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica) – Presidente prof. Piercarlo Sarzi Puttini
• CFU-Italia (Comitato Fibromialgici Uniti) – Presidente Barbara Suzzi, Referente scientifico dott.ssa Giovanna Ballerini.
Il testo unificato, approvato sulla base delle risoluzioni presentate dai gruppi di maggioranza ed opposizione e della documentazione presentata da noi, è un passo importante verso il riconoscimento che può dare finalmente dignità a 3 milioni di italiani affetti da questa malattia.
Egidio Riva – Vicepresidente AISF ONLUS
Serafina Cracchiolo – Vicepresidente CFU Italia