Sindrome Fibromialgica e lavoro: studio sui fattori protettivi per il mantenimento lavorativo

Obiettivo della ricerca è stato identificare i fattori in grado di rendere più positiva l’esperienza di lavoro per lavoratori con diagnosi di Sindrome Fibromialgica, così da favorire il mantenimento della propria occupazione

Equilibrium: mente e corpo in equilibrio

Ritornare a sentirsi Comunità per migliorare la Consapevolezza e il senso di Autoefficacia nella gestione della sindrome fibromialgica

Il percorso di riconoscimento. Storia di un cammino iniziato molto lontano

Ripercorriamo passo passo gli sforzi compiuti negli anni da AISF per riuscire a concretizzare l’intervento dello Stato nei confronti delle persone affette da fibromialgia.

Le attività di AISF ODV

Nel 2021 l’attività di AISF ODV, mirata ad accendere i riflettori sulla sindrome fibromialgica per sensibilizzare e informare, è stata inarrestabile.

Fibromialgia e sindrome post-COVID

Oltre al problema della malattia in sé, esiste la cosiddetta sindrome post-Covid che è, in base alla definizione dell’OMS, “l’insieme delle conseguenze a lungo termine sulla salute causate dall’infezione da Coronavirus”

Apertura sezione AISF a Napoli

Siamo lieti di informarvi che si è costituita anche a Napoli una sezione di AISF – Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica.

Gruppi di AutoMutuo Aiuto per persone con dolore cronico: un esempio di comunità curante

Per “comunità curante” si intende essenzialmente una dimensione sociale inclusiva, accogliente, ispirata a valori di equità (che è diversa dall’uguaglianza), solidarietà e ascolto. Questi sono proprio i valori che fondano un gruppo AMA: accoglienza, ascolto, empatia.

Le attività di AISF ODV

Malgrado la persistenza delle limitazioni di movimento imposte dalla attuale pandemia sanitaria, le attività della Sede e delle Sezioni AISF, grazie all’uso dei mezzi di comunicazione digitali e virtuali, si sono addirittura moltiplicate con la proliferazione di incontri, interviste, interventi in streaming; non sono mancate poi significative azioni istituzionali.

La fibromialgia al maschile

Da sempre si ritiene che la sindrome fibromialgica sia una sindrome al femminile, e che il sesso maschile sia trascurabile rispetto alla preponderanza femminile. Ma chi è esperto della materia e vede i pazienti si rende conto che la quota maschile è significativa e almeno un 10-15% della popolazione affetta da fibromialgia è di sesso maschile.

Metodo Feldenkrais…Un’opportunità per i pazienti fibromialgici?

L’obiettivo è quello di migliorare la consapevolezza e la sensibilità, di espandere il repertorio di movimento, riducendo il dispendio di energie e potenziando l’efficacia delle azioni svolte.