AISF ODV, in collaborazione con la Lega Navale Italiana sezione di Palermo, è orgogliosa di presentare l’evento “Vele Spiegate per la Fibromialgia”, una veleggiata di due giorni (24/25 Luglio 2021) lungo la costa siciliana da Palermo a Castellammare del Golfo, passando per i Comuni di Isola delle Femmine, Capaci e Balestrate.

>>IL PROGRAMMA COMPLETO DELL’EVENTO<<


Vi aspettiamo sabato 24 Luglio ore 9.00 alla Cala di Palermo per dare voce, visibilità e dignità ai pazienti fibromialgici. Chiunque volesse sostenere la nostra lotta per il riconoscimento della patologia può venire a sostenerci ed è il benvenuto.
Chi non è geograficamente vicino potrà comunque sostenerci condividendo l’iniziativa e le immagini, dandone visibilità presso amici, familiari e conoscenti tramite i propri canali social. Qualunque forma di sostegno ha importanza e valore.

I Comuni toccati dalla veleggiata sono gli stessi che hanno aderito, in occasione della Giornata Mondiale della Fibromialgia del 12 Maggio, all’evento “Illuminiamo di viola la Fibromialgia, illuminando di viola un monumento del loro territorio e mostrando così una spiccata sensibilità e attenzione verso il problema della mancata visibilità e del mancato riconoscimento della Fibromialgia. L’evento in oggetto nasce, con la collaborazione di tutti gli enti coinvolti, allo scopo di continuare a tenere ben accesi i riflettori sulla patologia e attirare una forte attenzione mediatica; si vuole dare ascolto, supporto e aiuto ai pazienti che lamentano di essere abbandonati a loro stessi.

Sarà presente il Presidente AISF, prof. Piercarlo Sarzi Puttini, che seguirà il percorso via terra incontrando le amministrazioni locali, il personale sanitario e i pazienti nell’attesa dell’arrivo in porto dell’imbarcazione. Nei Comuni coinvolti AISF ODV organizza banchetti, incontri informativi e spazi di confronto coi pazienti.

L’evento è una riedizione, via mare, di un evento svoltosi nel 2019. In quell’occasione AISF ODV si mosse via terra, compiendo il Cammino sulla Magna Via Francigena da Palermo ad Agrigento. Adesso l’associazione ci riprova dal mare, testimoniando che senza sosta, da ogni dove e in qualunque modo arriva, per portare avanti la sua mission: far riconoscere la malattia e supportare i pazienti che ne sono affetti.