La Giornata Mondiale della Fibromialgia nelle sezioni AISF

Quest’anno la Giornata Mondiale della Fibromialgia, che si celebra ogni 12 maggio, è stata grandemente messa in risalto da AISF ONLUS, attraverso una serie di eventi e banchetti organizzati dalle sezioni locali dell’associazione in tutto il territorio nazionale.
Piazze e centri si sono colorati di viola con l’iniziativa nazionale “Donati una campanula“, il fiore di AISF. Ogni sezione ha dato il suo valido contributo per dare risalto alla giornata, per sensibilizzare, tenere alta l’attenzione sulla patologia, per renderla sempre meno invisibile.

***

La Sezione di Belluno era presente presso la galleria Michelangelo (Belluno) con le campanule della solidarietà, accompagnate da dimostrazioni della pratica di Tai Chi. Molte persone interessate sono accorse a conoscere la Sindrome Fibromialgica e a sostenere l’iniziativa.

ASFIB Valle D’Aosta è stata presente presso il supermercato Gros Cidac di Aosta con banchetto informativo e la consegna di campanule. È stata un’ottima occasione per presentarsi al pubblico valdostano. Registrato un grande successo sia per coinvolgimento attivo di molte socie, sia per la partecipazione di tante persone che hanno contribuito alla raccolta fondi.

A Taranto è sceso in piazza il Gruppo Fibromialgia di APMAR ONLUS per celebrare la giornata. Per l’occasione è stato allestito un gazebo con distribuzione di materiale informativo e per la vendita benefica delle campanule.
Si è rivelato un momento importante di confronto, condivisione e sensibilizzazione. Preziosa la presenza al gazebo, per consulti, della Reumatologa dott.ssa Angela Chalà e della psicoterapeuta dott.ssa Ilaria Cinieri. L’evento è stato organizzato in collaborazione con AISF ONLUS.

La sezione di Verona è stata presente presso il mercato Galvan Ca’ degli Oppi (VR) con banchetto e le campanule di AISF.
È stata una giornata molto intensa e molto positiva, si è fatta tantissima informazione e abbiamo riscontrato molta sensibilità della gente nel volere sostenere la causa con una donazione.

La sezione di Roma ha scelto una via commerciale come luogo per il suo banchetto. Tantissime le persone interessate, non solo a ricevere la campanula viola, ma desiderose di avere informazioni sulla patologia, sull’associazione, sull’ambulatorio dedicato. Tra una semplice parola di conforto, informazione, tra lacrime e sorrisi, la giornata si è rilevata una vera risorsa per tutti.

La sezione Versilia ha celebrato la giornata mondiale il 19 Maggio, organizzando a Viareggio il VI Congresso locale che ha riscosso grande interesse e partecipazione. Sono state affrontate tematiche importanti riguardo la Sindrome Fibromialgica, è stato definito lo stato dell’arte del percorso verso il riconoscimento, che grazie alla condivisione di informazioni, esperienze e partecipazione a giornate come questa, sembra diventare meno impossibile.

La sezione di Cosenza, presente in piazza XI Settembre, ha allestito un gazebo per la vendita di beneficenza delle campanule e la distribuzione di materiale informativo. Si è visto un riscontro molto positivo della cittadinanza, la raccolta è stata proficua, il ricavato delle offerte sarà utilizzato per iniziative di aiuto e supporto ai pazienti.

La sezione Bagheria-Palermo ha organizzato la manifestazione “Movimento è salute”, dove insegnanti di varie discipline come Tai Chi, Feldenkrais, Yoga, Meditazione, Bioenergetica, Pilates, hanno regalato momenti di attiva partecipazione ai pazienti. Grande partecipazione, divertimento e anche emozione che si leggeva negli occhi di tutti nel momento del lancio dei palloncini, che vuole ormai essere un gesto di speranza per i pazienti. Per tutta la giornata c’è stato il presidio di due banchetti informativi, uno a Palermo e uno a Bagheria, dove si è svolta la vendita benefica delle campanule, mentre sugli autobus in giro per Palermo sono state appese delle locandine informative sulla patologia e sull’Associazione. Infine in diverse sale cinematografiche è andato in onda lo spot denuncia del non riconoscimento della malattia.

La sezione di Empoli ha risposto presente all’iniziativa, con un gazebo posto in Piazza della Vittoria per buona parte della giornata.
Oltre alla raccolta fondi tramite le donazioni per le campanule, la preziosa presenza delle associate ha aiutato a diffondere la conoscenza della malattia dando informazioni al riguardo e distribuendo materiale informativo.

La sezione dell’Aquila è stata presente sotto i portici del centro per quasi l’intera giornata con un gazebo organizzato per la raccolta fondi attraverso la donazione per le campanule, raccolta andata benissimo con nemmeno una piantina rimasta. È stata anche un’occasione per farsi conoscere alla cittadinanza intera, visto che per la sezione dell’Aquila si tratta del primo anno di attività.

La neonata sezione di Padova, beneficiando del supporto di volontari e amici, ha partecipato alla giornata mondiale con due banchetti, uno posizionato presso un centro commerciale del padovano e un altro in Piazza degli Scacchi (Marostica). Si è svolta attività di divulgazione e conoscenza della Sindrome Fibromialgica ed è stata effettuata una raccolta fondi attraverso la vendita benefica delle campanule.

La sezione AISF Insubria di Saronno ha celebrato la Giornata Mondiale il 6 maggio in occasione della manifestazione “Associazioni in piazza” a Saronno. È stata presente in via Roma con un banchetto informativo e adibito alla raccolta fondi attraverso donazioni per le campanule e per le bambole di stoffa, interamente realizzate a mano da alcune associate attraverso un laboratorio hobbistico. L’afflusso della gente al banchetto è stato buono, rivelandosi un’ottima occasione per far conoscere la sindrome e per fornire informazioni maggiori a coloro i quali già era stata diagnosticata.

La sezione di Milano ha celebrato la giornata mondiale il 14 Maggio presso l’ospedale Sacco con un banchetto organizzato dalle referenti locali, che hanno accolto i pazienti facendo così conoscere l’Associazione, distribuendo materiale informativo, effettuando una raccolta fondi tramite le donazioni ricevute per le campanule. Il riscontro è stato buono e l’iniziativa ha avuto successo, da ripetere sicuramente in futuro insieme a tante altre iniziative che la sezione si è prefissata di organizzare.

***

In conclusione possiamo dire che per tutte le sezioni è stata un’esperienza entusiasmante tra il viola acceso delle campanule e gli occhi brillanti di chi ha potuto conoscere in questa occasione AISF ONLUS, sentendo finalmente di potere fronteggiare la malattia non più in solitudine.

Tutti i numeri de “Il Caleidoscopio”

Il Caleidoscopio numero 06 - dicembre 2015
Il Caleidoscopio numero 05 - giugno 2015